Eventi - News

Eventi - News

  • All
  • Archeosub
  • Corsi
  • Delfini
  • Immersioni
  • Netcet
  • Tartaruga
  • Tegnue
  • Nella pagina troverete le pubblicazioni prodotte dall'ARPAV scaricabili in formato PDF
    Read More
    • Immersioni
    • Tegnue
  • A Maggio-Giugno 2017 i nuovi corsi di archeologia subacquea Per informazioni scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Read More
    • Archeosub
    • Corsi
  • Una rarissima spugna, la Calyx nicaeensis, è stata trovata nei fondali delle Tegnùe, l’oasi dell’Alto Adriatico, dove il Diving di
    Read More
    • Tegnue
  • Silvia torna a casa. Questa mattina Isamar Diving Center ha liberato una piccola tartaruga caretta caretta, che circa un mese
    Read More
    • Netcet
    • Tartaruga
  • Ogni mercoledì e venerdì pomeriggio, nella piscina di Villaggio Isamar si svolgono le prove subacquee in compagnia di Isamar Diving Center.
    Read More
    • Corsi
  • Grandi emozioni con le attività di Isamar Diving Center: durante una delle recenti escursioni per raggiungere uno dei vari punti
    Read More
    • Delfini

Silvia torna a casa. Questa mattina Isamar Diving Center ha liberato una piccola tartaruga caretta caretta, che circa un mese fa era stata recuperata da alcuni pescatori. La tartaruga, che è stata chiamata Silvia, ha ricevuto le prime cure dai responsabili Di Isamar Diving Center, contattati dai pescatori e poi è stata affidata al veterinario Luciano Tarricone del Cras, Centro Recupero Animali Selvatici.

La tartaruga è stata portata al largo con un mezzo di Isamar Diving Center e liberata a circa 4 miglia dalla costa, proprio in prossimità delle Tegnùe, nel Parco marino dell’Adriatico. Alla cerimonia di liberazione hanno partecipato anche rappresentanti della Fondazione Cetacea di Riccione e Paolo Per lasca responsabile Oasi WWF Dune Alberoni.

Ad accompagnare la piccola Silvia in acqua Devy Mantovan, responsabile Isamar Diving Center: “I pescatori stanno dimostrando una sensibilità insospettata verso il nostro mare, ci chiamano appena trovano tartarughe ferite e ce le portano perché le possiamo curare”.

Il mare antistante il litorale veneto è ricco di biodiversità e riserva vere e proprie scoperte, come le tartarughe marine, rettili marini di origine antica. L’Alto Adriatico è infatti una zona di grande interesse per i giovani esemplari della specie Caretta caretta, che nascono lungo le coste sabbiose sud mediterranee (Grecia, Turchia, Algeria, Libia ed Egitto) e in alcune regioni del sud Italia.

Durante i mesi estivi le piccole e giovani tartarughe risalgono il canale d’Otranto sino al golfo di Venezia e davanti al litorale veneto trovano un mare calmo e pescoso, favorevole all’accrescimento giovanile. Frequente è purtroppo anche il rinvenimento di animali feriti o in difficoltà, avvistati in mare aperto o spiaggiati, a causa di diverse problematiche o traumi provocati anche involontariamente dall’uomo, soprattutto dalla pesca e dall’impatto con eliche e prue di grandi navi o di barche da diporto. Isamar Diving Center promuove la sensibilizzazione nei confronti dell’ambiente e della natura e per questo viene spesso contattata da pescatori che segnalano tartarughe in difficoltà e che necessitano di aiuto.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information